Un altro settaggio molto utile presente in Audio essenziale e applicabile in tutti i dialoghi è l’EQ (equalizzatore).

Come tutti sappiamo un equalizzatore permette di amplificare o attenuare i suoni presenti in specifiche bande di frequenza. Più è alto il numero di bande gestibili più precise saranno le regolazioni.

Selezioniamo in nostro audio e settiamolo come Dialogo all’interno del pannello Audio essenziale.

Troveremo una sezione denominata EQ. Attiviamola cliccando sull’apposito checkbox.

Come per quasi tutte le altre regolazioni presenti in Audio essenziale anche in questo caso l’abilitazione di EQ attiva delle impostazioni predefinite di un effetto audio aggiunto alla clip. L’effetto in questione è Equalizzatore grafico a 10 bande (effetto proveniente da Audition).

In ogni banda sono presenti degli sliders che permettono di incrementare o diminuire il guadagno in decibel.

I tre settaggi che compaiono in fondo invece servono per definire l’intervallo (range) di ogni slider, l’accuratezza ossia il livello di precisione dell’equalizzazione (in particolar modo è utile averla alta su amplificazioni nelle basse frequenze) e il guadagno principale che aiuta a compensare le regolazioni che possono portare a sfasamenti di volume.

Sembra tutto un po’ complesso. Per nostra fortuna ci viene in aiuto l’interfaccia di Audio essenziale che ci permette di utilizzare poche regolazioni e tutte piuttosto intuitive. I relativi settaggi dell’Equalizzatore grafico avverranno in automatico.

Innanzitutto dovremo scegliere un preset in base al tipo di dialogo che vogliamo migliorare. Supponiamo di voler accentuare leggermente una voce femminile.

Ecco che in controllo effetti il nostro equalizzatore grafico prenderà le impostazioni migliori per il preset che abbiamo settato. Vedremo un incremento moderato nelle bande di frequenza che vanno da 1kHz a 4kHz.

Lo slider Quantità permette di enfatizzare o meno la regolazione effettuata. In pratica abbassandone o alzandone il valore vengono modificati solamente e proporzionalmente i guadagni in decibel delle bande di frequenza interessate.

Infine possiamo impostare un check su Ottimizza discorso, scegliendo il genere dello speaker.

E’ semplicemente un altro modo di applicare l’effetto Ottimizzatore vocale alla clip.

L’effetto aiuta a migliorare la qualità della voce, riducendo effetti indesiderati dovuti alle sibilanti e ad eventuali rimbombi dovuti all’uso del microfono.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: