In questo articolo abbiamo parlato dell’importanza del contrasto e di come questo viene percepito dai nostri occhi.

Prendiamo ora un’immagine con dei bordi ben marcati (netta distinzione tra ombre e luci).

Nella prima immagine i contrasti sono attenuati e i dettagli delle aree scure e chiare sono sfumati tra loro (i bordi sono poco marcati).

 

sharpen
Nell’immagine che segue abbiamo leggermente ritoccato le ombre (abbassandole di qualche punto) e le luci (alzandole della stessa quantità). In questo modo i bordi saranno più netti.
sharpen

Quindi abbiamo ottenuto un contrasto più alto e una maggiore definizione dei bordi e dei dettagli. E’ chiaro che stiamo parlando di una maggiore percezione di nitidezza dell’immagine.

In particolare possiamo notare nella parte bassa dell’immagine un migliore distacco tra quello che è il tronco degli alberi (più scuro) e il terreno (più chiaro).

Ma questa è solo una percezione. Ed è su questa percezione su cui fa leva l’applicazione dell’effetto nitidezza (sharpen). Questo effetto altro non fa che localizzare e accentuare il contrasto nelle sole aree dei bordi. Il tutto per dare l’idea di un maggior dettaglio. Ma è solo un trucco. Nessun dettaglio viene aggiunto realmente.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: