Avete importato una composizione di After Effects?

Avete adattato le dimensioni della clip alla sequenza?

Volete avere le massime performances nel rendering degli effetti?

La cosa che dovete fare dopo aver completato le operazioni di editing è quella di creare delle nuove clip renderizzate che porteranno con sé tutte le informazioni di movimento (posizione, scala, rotazione, punto di ancoraggio) e delle eventuali composizioni di After Effects.

Selezionate tutte le vostre clip in timeline (o almeno quelle che saranno sottoposte ad effettistica), quindi tasto destro del mouse e cliccate su:

ESEGUI RENDERING E SOSTITUISCI (RENDER AND REPLACE)

 

Vi si aprirà la maschera di configurazione in cui dovrete selezionare la sorgente: quali impostazioni dovrà avere la nuova clip se basata sulla clip sorgente sulla timeline o sul preset selezionato.

Poi andrà scelto il formato e il preset (codec): tenete presente che sono disponibili codec ottimizzati per la preview su Premiere. L’unico di questi che supporta il canale alfa informazioni sulla trasparenza è il Gopro Cineform with alpha.

Quindi oltre alla destinazione (folder) delle nuove clip create andrà decisa anche la lunghezza delle eventuali maniglie (indispensabili per la rifinitura del montaggio).

Importante:

Le clip renderizzate non incorporeranno né gli effetti, né le modifiche di opacità e neppure i time remapping.

Inoltre non sarà possibile applicare il comando a sequenze nidificate, livelli di regolazione e clip speciali quali black video, mascherini colorati e altre clip generate internamente a Premiere Pro.

Se avete inserito modifiche di movimento (quali ad esempio il ridimensionamento di scala), nel pannello controllo effetti della nuova clip renderizzata risulteranno disabilitati tutti gli effetti di movimento.

QUINDI E’ UNA FUNZIONE UTILE?

Sì. Se siete abituati a lavorare il dynamic link con After Effects o se vi capita di lavorare con file 4K ridimensionati in Full HD, con immagini (foto) a risoluzione nativa e quindi in generale con metraggio con risoluzione differente da quella della sequenza.

Avrete una timeline ottimizzata per il rendering degli effetti da applicare in post-produzione.

E ad ogni momento sarà possibile ritornare alla clip originale selezionando tasto destro e il comando:

RIPRISTINA SENZA RENDERING (RESTORE UNRENDERED)

Ne guadagnerete in velocità e flessibilità.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: