Questo strumento è stato sostituito a partire dalla versione CC 2019 dalla curva selettiva tonalità/saturazione. Puoi trovare tutti i dettagli in questo articolo.

E’ uno dei tools più interessanti e di immediato utilizzo all’interno della correzione colore con Lumetri Color.

Nella sezione Curve possiamo trovare la Curva Saturazione Tinta rappresentata da una semplice ruota colore:

curva saturazione tinta
Si tratta di una correzione colore secondaria su chiave tonalità.

In pratica selezioniamo gli intervalli di tonalità colore e su questi andiamo a modificare la saturazione.

Questo strumento è molto utile quando in un’inquadratura vogliamo enfatizzare solo qualche colore per dare risalto a un dettaglio od ad un’area delimitata da un preciso intervallo di tonalità (ed: cielo, prato, etc..).

L’utilizzo è semplice ma vediamone insieme modalità e impostazioni.

All’interno della ruota colore è presente un cerchio di colore bianco. Questo rappresenta il valore di saturazione su tutte le tonalità. Di default essendo un cerchio concentrico alla ruota colore, la saturazione sarà pari a quella nativa (senza alcun intervento da parte della curva sauturazione tinta).

Ma se clicchiamo e trasciniamo il cerchio verso l’interno la saturazione si abbasserà; al contrario se lo trasciniamo verso l’esterno tutti i colori vedranno la saturazione aumentare.

curva saturazione tinta
curva saturazione tinta
E fin qui niente di nuovo. Abbiamo ottenuto lo stesso effetto raggiungibile utilizzando lo slider di controllo saturazione presente sulla correzione di base di Lumetri Color.

Possiamo però notare che nella curva saturazione tinta è stato inserito un piccolo marcatore bianco proprio all’interno della circonferenza del cerchio. Questo “marcatore” viene chiamato punto di controllo e rappresenta un primo indice per creare una selezione di colori.

Se ci clicchiamo sopra lo possiamo trascinare su qualsiasi tonalità.

curva saturazione tinta
Proviamo a fare insieme un esercizio. Supponiamo di voler dare risalto alla giacca del ragazzo presente nell’inquadratura di cui sopra. Senza aumentare la saturazione di tutta l’immagine ma solo quindi sui rossi.

Fissiamo tre punti di controllo nella zona dei colori caldi proprio a cavallo del rosso (per fissare un punto di controllo è sufficiente cliccare sul cerchio nel punto desiderato).

curva saturazione tinta
Ora prendiamo il punto centrale o lo portiamo verso l’esterno. La saturazione del rosso (e quindi anche della giacca) aumenterà. Possiamo verificarlo anche osservando il grafico aggiornato nel vettorscopio.

Eventualmente correggiamo la posizione dei punti di controllo posti alle estremità per evitare di alzare tonalità di colore non desiderate (nel nostro caso l’arancio del cocktail e del fiore).

curva saturazione tinta
Smorziamo infine la saturazione degli altri colori per far risaltare ancora di più il rosso della giacca.

Fissiamo un punto di controllo esattamente all’opposto del rosso (quindi nella zona del ciano) e trasciniamolo verso l’interno in modo da abbassare la saturazione con intensità a scalare a partire dal ciano fino ai colori fissati dagli estremi dei punti di controllo adiacenti.

curva saturazione tinta
Cerchiamo di ammorbire le curve attorno ai punti di controllo, lasciando sempre degli andamenti a scalare non troppo invasivi sui cambiamenti di saturazione. Questo ci permette di ottenere effetti di correzione secondaria soft e mirati  senza rischiare di “distruggere” uno o più colori all’interno dell’immagine. E naturalmente occhio sempre e comunque al vettorscopio, che in questi casi è di estrema utilità.

Un piccolo shortcut: per fissare i punti di controllo velocemente possiamo utilizzare i pulsanti colore presenti in fondo alla curva saturazione tinta. Cliccando su un colore automaticamente verranno posizionati tre punti controllo sul colore scelto.

curva saturazione tinta
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: