La terza curva selettiva (CC 2019) presente nella sezione Curve di Lumetri Color ti permette di selezionare un intervallo di tonalità colore e su questo intervallo di agire sulla sua luminosità.

Quindi ad esempio potrai scurire i rossi di un’immagine e magari schiarire i verdi o i blu e così di seguito.

Proviamo insieme con un semplice esempio. Per questo esercizio utilizzeremo una clip demo girata con la Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K e scaricabile dal sito ufficiale Blackmagic.

tonalità luma
Apriamo il pannello Lumetri Color andiamo nella sezione Curve e ci posizioniamo sulla curva selettiva Tonalità/Luma.
Premiere Pro Café
Supponiamo di voler schiarire la maglia del biker. Con il contagocce andiamo a campionare un punto del rosso della maglia. All’interno della curva Tonalità/Luma ci ritroveremo con tre punti che definiscono l’intervallo del colore selezionato (in questo caso il rosso).
Premiere Pro Café
tonalità luma
Per aumentare la luminosità dei rossi non dobbiamo fare altro che alzare il punto centrale dell’intervallo ed eventualmente modificare la posizione orizzontale dei due punti agli estremi per allargare o restringere l’intervallo dei rossi selezionati, in modo da includere tutta la maglia all’interno della selezione.
tonalità luma

Allo stesso modo potremmo agire su altri intervalli di colore sempre con l’intenzione di modificarne la luminosità

<a href="https://www.premiereprocafe.it/category/cc-2019/">CC 2019</a> | <a href="https://www.premiereprocafe.it/category/color-correction/">Color Correction</a>

Sembra tutto facile ma in realtà non lo è!

A differenza delle altre due curve selettive basate su chiave tonalità, ossia la curva Tonalità/Saturazione e la curva Tonalità/Tonalità, l’efficacia della curva Tonalità/Luma dipende fortemente dal sottocampionamento colore del tuo girato.

Senza entrare in merito alle tipologie di chroma subsampling e del loro significato, possiamo dire che se abbiamo a disposizione delle clip in 4:2:0 (ad esempio un classico H264 generato da una DSLR) le informazioni sul colore risultano fortemente compresse mentre vengono preservate quelle sulla luminosità.

Ciò significa che su intervalli di dati con scarso dettaglio (colore) si andranno a fare regolazioni su dati con ampio livello di dettaglio (luma).

E questo come puoi intuire è un grosso guaio!

Non si può partire da una base scadente per poi lavorarla di fino!  In effetti se provi ad agire sulla curva Tonalità/Luma in un 4:2:0 ti troverai con ogni probabilità degli artefatti sui bordi degli intervalli anche per piccole regolazioni di luminosità.

<a href="https://www.premiereprocafe.it/category/cc-2019/">CC 2019</a> | <a href="https://www.premiereprocafe.it/category/color-correction/">Color Correction</a>
tonalità luma

La situazione migliora decisamente se utilizzi del girato 4:2:2. Ma il risultato ottimale lo otterrai con un 4:4:4, dove il colore preserva tutte le informazioni, esattamente come il luma.

Come esercizio fai questa prova: prendi delle clip girate con la tua camera e prova a spingere la curva Tonalità/Luma con diversi intervalli di colore fino a che non vedrai artefatti visibili. Questa esercitazione ti permetterà di conoscere i limiti della tua camera e saprai fin dove spingerti con le regolazioni dettate da questa potente ma pericolosa curva selettiva.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: